martedì 19 luglio 2011

La misura è colma

Il marito di Melania, caporalmaggiore dell'esercito, è accusato dalla Procura di Ascoli di aver ucciso la moglie il 18 aprile scorso nel bosco delle Casermette in provincia di Teramo. L'accusa: omicidio aggravato da crudeltà e dal legame familiare. Il possibile movente sarebbe la relazione con la soldatessa.
Ancora una volta in famiglia si consumano azioni legate alla immaturità delle persone: un uomo che si illude di poter uccidere sua moglie per liberarsi del vincolo e poter vivere una storia affettiva con un'altra non è solo un criminale ma un ingenuo ed un immaturo.
Fossi il genitore di una persona simile mi interrogherei a lungo e profondamente su quanto e cosa avessi sbagliato nel mio rapporto educativo. Ipotizzare e realizzare, infatti, certe azioni delittuose richiede grandi errori educativi alle spalle... e con radici lontane fino all'infanzia.

Parlo al maschile perchè purtroppo sono ormai innumerevoli le occasioni in cui le donne ne fanno le spese, vedi Spaccino qui in Umbria, Sara Scazzi e l'elenco è lungo: la misura sarebbe colma.

Nessun commento:

Posta un commento