martedì 31 luglio 2012

INQUINAMENTO: la verità è spesso un'altra, e non sempre migliore...

Riceviamo e volentieri pubblichiamo, lasciando a voi conlcusioni e commenti... speriamo di poterli leggere

Barilla importa molto più del 30%  del grano dagli USA - Canada... e li buttano disseccanti sulle colture per far maturare il grano duro, con residui alti nella dieta (Monsanto ha chiesto recentemente all'EFSA di alzare i residui del Roundup anche sulle lenticchie)

e il grano per la Barilla (o per la Plasmon) in italia, dove la Coldiretti dice di aver spuntato 1-2 € / q.le in più... pensate che successo...è sottoposto spesso a trattamenti chimici e concimazioni altissime.... per contratto !!!
pesticidi venduti ovviamente anche dai consorzi agrari ...(spesso di proprietà della Coldiretti) e la chiamano "alta qualità " ....dimenticando "alta tossicità "...ovviamente nei limiti di Legge.... o di tolleranza...ma non di intolleranza... ampiamente superati dalle allergie galoppanti nel nostro paesee dall'incremento delle malattie degenerative, grazie all'avvelenamento della base della dieta Italica...il grano duro fino a 15 anni fa poco trattato o quasi per nulla... soprattutto al Sud Italia, sua Terra di elezione... oggi però si usano varietà  molto produttive ma sensibili a tantissimi patogeni....ed ovviamente nessuno comunica agli agricoltori che basterebbe un pò di rame e zolfo per prevenirli... ovvero metodi biologici innocui...mentre i bollettini fitosanitari regionali consigliano di intervenire con antimuffa chimici,quando è troppo tardi,quando la malattia si è¨ manifestata... quando ormai è inutile perchè il danno è stato fatto quando gli agricoltori spendono molto di più rispetto a un pò di zolfo e rame prima della levata... e addiritttura rovinano parte del raccolto per passare sopra la coltivazione a maggio (la paura di perdere tutto il raccolto è forte...)
...inquinando anche il terreno e le acque, oltre alla nostra dieta, ovviamente...
(osservate i segni delle ruote dei trattori a maggio e distinguete i grani avvelenati da quelli biologici)

Inoltrela questione dei livelli di tolleranza di micotossine sul grano duro, aumentati dalla UE....mi pare vera a quanto mi risulta...con conseguente crollo dei prezzi in Italia... in particolare del Sud, dove le micotossine non ci sono... e il grano valeva molto di più anche per questo, oltre che per la qualità  e la bassa produzione...tutto ciò a favore del Grano duro del Nord... di scarsa qualità....che sia italiana o americana poco importa....

i prezzi del grano sono certamente saliti di brutto nel 2007....anzi mostruosamentema solo per il fatto che i contadini avevano ormai tutti venduto il loro granoed essendo a ottobre esaurito tutto  il grano italiano, anche perchè l'anno prima il prezzo era cosi basso che quasi la metà  degli agricoltori hanno smesso di coltivarlo...con grave danno per i sementieri nazionali (Asseme)
allora....
i commercianti internazionali hanno approfittato duramente..."prendere o lasciare .. se vuoi fare la pasta ...il prezzo lo decidiamo noi"hanno comprato a 18-20 € per q.le il granp sotto trebbiatura.... poi hanno alzato fino a 25-27 € al quintale... a settembre ottobre..per cui i contadini hanno venduto...e quando tutti hanno venduto loro il grano
i commerciantisono passati all'incasso avendo il 100 % del mercato nelle loro mani....vendendo a  oltre 100 € al q.le..  con le semole impazzite fino a 150 € /q.le...e a Bari probabilmente arrivava di tutto...muffe incluse (da lunghi stoccaggi)...ci stà che coi prezzi così alti le tentazioni siano state altissime per comprare anche gli stock che nemmeno la zootecnia poteva prendersi...son voci ma sarebbe bene che andassero verificate dagli organi competenti...non si sa mai...questa si chiama speculazione (o prova generale di Globalizzazione...)
da parte di gente che fa cosìì dai tempi dei ...Faraoni egiziani...dove la Barilla è ovviamente anche vittima...ma nello stesso tempo carnefice ...dei contadini e di se stessanon puntando chiaramente alla qualità  biologica italiana
(e/o internazionale...  se il grano italiano non le basta...)

intanto i fondi UE per costruirsi un silos aziendale per i cereali non sono più disponibili per gli agricoltorisarà un caso?
Cargill e sorelle vogliono tutto nelle loro mani e navi di grano solcano gli oceani per speculare sul prezzo passando da un porto all'altro in base al prezzo di mercato locale e alle carenze ed eccessi di turno delle produzioni(ho personalmente osservato un commerciante grande di Todi comprare grano come fossero azioni di borsa...mentre gli parlavo dell'opportunità di puntare al biologico per la propria azienda......figuriamoci...mentre l'India fa marcire e distrugge milioni di tonnellate di grano (mentre la gente muore di fame)  affinchè il prezzo tenga...ma sempre e soprattutto per fare un favore ai commercianti(e a qualche raro agricoltore di grossa taglia che se lo può permettere, perchè non ha de biti...il quale vende il grano quando il prezzo è maggiore... spesso aspettando mesi e mesi...).
Infine per la radioattività...girano voci che il grano dell'Ucraina non sia dei migliori e nemmeno quello francese (tenero in questo caso) siamo sicuri che anche ai tempi di Cernobyl siano state distrutte tutte le produzioni?
credo che sia molto probabile che qualche furbo le abbia diluite a dovere nel tempo...chissà... mancano le prove...
insomma

MANGIACOMEPARLI 
acquistando da chi si conosce direttamente
100% italiano, Biologico, e libero da OGM...

E' l'unica difesa che abbiamo oggi per la nostra salute
e per fortuna molti agricoltori hanno cominciato a  ...
fare direttamente la Pasta Biologica
e spesso di varietà locale italica, non modificata dalle radiazioni nanizzanti...
concausa di celiachia diffusa...
A proposito, 
a quanto ammonta il danno sanitario di tale patologia/allergia negli ultimi decenni?
e i danni da patologie degenerative associate al bioaccumulo di pesticidi ...Alzheimer, tumori, squilibri ormonali, cancro al seno e alla prostata...ecc... ?
...non sarà il caso che qualcuno cominci a pagare come è accaduto per l'Amianto?
Non sarà il caso di organizzare una superprocura per affrontare il problema dei pesticidi e delle tossicità alimentari nel nostro paese?
saluti cari
Giuseppe Altieri






Nessun commento:

Posta un commento