martedì 8 gennaio 2013

Buon 2013

Inizia un anno che ha bisogno di molti auguri, per la crisi che ci avvolge e che non è soltanto economica: una condizione depressiva che non ci permette di guardare con ottimismo al futuro.
Usciamo da una esperienza politica davvero sconvolgente che ci ha portato a dare priorità alle vanità, ai facili guadagni, alle astuzie da quattro soldi, sostituita da un rigore, necessario, ma mal temperato e per alcuni fin troppo vessatorio.
Ieri il "Fatto quotidiano" ha dedicato tutto il suo numero speciale del lunedì proprio a questa indole  furbesca degli italiani vellicata e potenziata da una decadenza politico-culturale che lascia sul campo più morti che feriti: sembra di vedere colui che partito convinto di andare a darle di santa ragione torna tramorito per quante ne ha prese.
E' da questa difficoltà generale che dobbiamo trovare la forza di rialzarci e ricominciare a scrivere una storia nuova per questa nostra Italia. L'occasione delle elezioni va colta sforzandoci di vedere e credere alle differenze che animano le varie formazioni politiche. Questa volta ce ne sono di tradizionali, storiche e di nuove: ecco penso proprio che saper distinguere sia importante per sostenere chi ci convince al di là delle abitudini o delle rassegnazioni cui siamo propensi ad arrenderci. Un buon modo per rispettare se stessi è anche quello di assecondare le proprie percezioni, intuizioni, ispirazioni e affidare a chi ne saprà fare buon uso, ci infonde fiducia e dimostra determinazione l'impegno di ridare credibilità alla politica.
Forse ci sarà bisogno di una rivoluzione che riponga al centro l'impegno civile per ritessere la trama più sana di questa Nazione.
Con questo spirito auguro a tutti voi un Buon 2013, con la speranza di rincontrarci presto in una delle occasioni che ci ha visto crescere in questi anni come Scuola per Genitori.
Ant Art

Nessun commento:

Posta un commento