giovedì 30 gennaio 2014

Milano, binario 21.
L'atrocità di un delirio di massa costringe bambini, donne e uomini alla umiliazione prima dell'annientamento. Essere condannati in virtù di uno status e non di una scelta è la più assurda quanto violenta idea di persecuzione.
Non posso e non voglio dimenticare...

e non lasciamo che i nostri figli non sappiano,
perché non avevamo né voglia, né tempo, né coraggio di raccontare la sofferenza che molti uomini hanno inferto a moltitudini di persone innocenti ( impossibile anche da credere se per difendersi dalla colpa di un tale oltraggio qualcuno ha ancora la sfrontatezza di negare o la spudoratezza di riesaltarne le gesta )    


Nessun commento:

Posta un commento