domenica 24 aprile 2016

I bisogni dei bambini

Una domanda su cui può essere utile interrogarsi come genitori  é: quali sono i bisogni dei bambini oggi? 
Infatti la società è cambiata moltissimo negli ultimi decenni, anche in campo educativo, e viene da chiedersi a volte se i bisogni dei bambini di oggi siano diversi da quelli che che avevano i nostri padri o i nostri nonni.

E’ difficile però  pensare che i bisogni di un bambino possano cambiare a distanza di tempo o in ambienti diversi; forse più che i loro bisogni potrebbero essere cambiate le risposte che diamo loro e il modo di porci di noi adulti nei loro confronti, sia come genitori, sia nel complesso come società intera. Il risultato è una innegabile trasformazione nel modo di essere e di porsi delle nuove generazioni rispetto a quello che era tipico di un passato anche recente.


Il cambiamento della società è stato rapidissimo negli ultimi tempi, e sicuramente benessere e tecnologia hanno rivoluzionato il rapporto genitori-figli e hanno cambiato l’atteggiamento, le richieste, il tipo di accudimento dei genitori e le relazioni reciproche, ma anche l'approccio dei bambini e degli adolescenti con se stessi e con il mondo. Oggi vi è certamente un maggior rispetto, un'attenzione al benessere del bambino e agli aspetti psicologici dello sviluppo infantile impensabili solo qualche decennio fa, e un cambiamento nell'approccio educativo a 360° nella società. 
Tutto bene quindi?
La realtà quotidiana però ci parla d'altro, ci racconta di preoccupazioni e difficoltà dei genitori molto frequenti, di una lamentela così diffusa da essere diventata ormai un leitmotiv: "Il mestiere del genitore è il più difficile del mondo...", "Nessuno insegna a fare i genitori..."," Come si fa si sbaglia..." e spesso si ha realmente l'impressione che a dispetto di tutto quello che molti genitori fanno per i loro figli, ciò che ottengono sia a volte davvero insufficiente, se non, a volte, addirittura deludente e preoccupante...
Come è possibile tutto questo?

Continueremo ad occuparci di questi temi anche nei prossimi giorni; nell'attesa invito tutti a lasciare commenti, osservazioni o interventi sull'argomento.         
A presto! 



Dr.ssa M. Sara Sanavio


Nessun commento:

Posta un commento